H(i)de Park

Posted & filed under Short novels (IT), Words.

Una domenica di quelle lì, già sai. Che ti asciughi gli occhiali, con il panno di daino fatto apposta, a marchio Luxottica. Che fissi le scarpe sporche di fango. Che il letto è da rifare, lenzuola sporche, con l’ombra sudata sul cuscino. Ma tutto questo, e molto altro, è troppo oltre. Lasci le cose alla… Read more »

La frattura

Posted & filed under Short novels (IT), Words.

Ampie vetrate illuminavano l’ufficio. Illuminare è un termine inadatto al contesto. La presenza permanente di cumuli-nembi stratificati sopra la fascia equatoriale del pianeta consentiva il passaggio solo di una pallida luce, appena sufficiente a leggere i titoli del Giornale di Produzione e Consumo sulla panchina, durante le due ore settimanali di riposo concesse. Si viveva… Read more »

Porto Antico

Posted & filed under Short novels (IT), Words.

La signora si siede, stanca, appoggiando culo e braccia sull’intreccio di vimini, un vestito a fiori gialli ed il naso rosso di pianto, avvolto in fazzoletto verde. Fuori, dietro tende bianche di cotone, scucite in basso, un mare distante, di blu profondo. Read More…

Libertango

Posted & filed under Short novels (IT), Words.

Lei, felina, al tavolo, rosso di lume e labbra lucide. Lui, all’invito, a braccio teso, immobile e forte, come di chi prepara il tuffo, e smette il respiro di chi guarda. Read More…

La cura

Posted & filed under Short novels (IT), Words.

Martina aveva cinque anni quando iniziò a stare male. All’inizio solo febbre, e tosse. Poi venne lo sguardo preoccupato dell’anziano medico, accompagnato dall’autista lungo il viale della villa, fino agli scalini di marmo dell’ingresso. Read More…