L’uomo senza voglia

Posted & filed under Short novels (IT), Words.

L’uomo senza voglia ha voglia di tornare. Casa è stanza bianca, all’ultimo piano di un mutuo trentennale, su conto unico. Dalla finestra fuori asse entra il rumore di palazzi ed altri animali. Ci sono scoiattoli nel parco, a zampe larghe, che lui segue senza malizia, nell’ora d’aria buona. Ha del pane in tasca, per le… Read more »

Novecento

Posted & filed under Short novels (IT), Words.

Il mondo finirà in prima serata, con una stretta di mano ed un sorriso. Il metà busto in completo blu e cravatta rossa, annuncia il crollo con la serietà paterna delle notizie ferali. Se ne percorrono le tappe nel servizio di regia. Scorrono immagini di primo novecento. Fonderie e rivoli d’acciaio giallo. Grandi navi e… Read more »

Il matrimonio

Posted & filed under Short novels (IT), Words.

C’era giusto l’indirizzo e nulla più sulla lettera in carta ruvida, color panna. Due nomi e nulla più. Lisa e Marco. Potevi chiedere quanto volevi, arrabbiarti pure al telefono, chiamata Skype internazionale da 10 centesimi al minuto, ma nulla più. Sistemato l’albergo per famiglia e amici, il resto è nebbia. Read More…

L’unicorno e la ballerina

Posted & filed under Short novels (IT), Words.

Ore 13. Sabato diamante dalle mille lame, eccomi, tagliami il viso, segnami di luce. Arrivi a noi, stupiti, da età arcaiche, con leggere sfumature di noia e rossore. Ha cambiato nome e lingua nei millenni, ed ora in terra a me straniera suona più allegro nel chiamarlo sottovoce, chino a cullarmi di vuoto sull’ansa del… Read more »

Preset

Posted & filed under Short novels (IT), Words.

Ci sono ombre di luce gialla aggrappate al soffitto questa notte, lunghe e magre come dita eleganti, di donna che fuma in anni trenta, a volto in chiaro. Mi fanno tenerezza, come ogni cosa e chi e come, in quest’ora tarda, che si colora in seppia. Ripenso alle vicende ultime, e mi convinco forse di… Read more »